Perché questo progetto/ Why this project

Per non far sentire soli i bambini!

Collage dei disegni di Beatrice e delle sue amichette ai lati

Un giorno Beatrice, la mia bambina di 5 anni, mi ha chiesto: “Mamma, perché non posso ancora andare a scuola? Voglio vedere i miei amici e le mie maestre Rosalia e Gabriella perché mi mancano”. Ed ho pensato: “Che cosa le rispondo adesso”? Avete presente quelle domande che spesso i bambini fanno e mettono in difficoltà? Quelle alle quali non si sa come rispondere per non turbarli? Perché di questo si tratta: non sappiamo quali saranno le conseguenze del dramma che stiamo vivendo e, di certo, segnerà per sempre i nostri bambini oltre che noi stessi.

Le ho risposto, cercando di utilizzare le parole più appropriate, dicendole che il coronavirus è un piccolo invisibile nemico che cerca di fare del male ma lei non deve preoccuparsi perché ci siamo io e papà a proteggerla. Le ho anche detto che non deve avere paura, deve lavarsi le mani spesso e che, presto, tornerà tutto come prima e potrà rivedere i suoi amichetti, andare dai nonni, uscire al parco e andare al mare.

Nel frattempo le ho proposto di disegnare. E allora lei mi ha chiesto di poter fare un disegno da inviare su whatsapp alle sue amichette. Non c’è da sorprendersi, i bambini sanno benissimo che con il cellulare si possono fare tante altre cose oltre che telefonare.

Ed è così che è nato questo progetto. Ho pensato perché non far disegnare i bambini e tutti i loro disegni raccoglierli qui, su questo sito, sulla pagina facebook e su quella instagram?

Il primo è ovviamente quello di Beatrice Bianco e delle sue amichette Melissa e Lucrezia e ho creato il collage che vedete nell’immagine in evidenza. Le sue amiche sono state entusiaste di partecipare!

Beatrice ha detto che almeno sul disegno sta giocando con le sue amiche, Lucrezia ha detto: “Mamma, stare a casa è bello però mi mancano le mie amiche” e Melissa, una volta terminato il disegno, ha detto: ” Mamma, adesso posso rivedere le mie amiche”? Come a dire, ora però voglio uscire a vederle!

È da questa idea che è nato il sito Distanti ma Vicini col Cuore www.distantimavicinicolcuore.wordpress.com che raccoglierà i disegni di tutti i bambini fino ai 14 anni. Chi vuole farne parte deve inviare una e-mail a: distantemaviciniconilcuore@gmail.com indicando il nome, chi vuole anche il cognome o l’iniziale, l’età e la città di provenienza.

Disegni di Beatrice Bianco (al centro ) con Melissa e Lucrezia.

Indirizzo Facebook: https://www.facebook.com/Distanti-ma-vicini-col-cuore-100160038303843/

indirizzo Instagram https://www.instagram.com/distantimavicinicolcuore/?hl=it

Dottoressa Antonia Pesare

Why this project?

So as not to make children feel alone!

One day Beatrice, my 5 year old girl, asked me: “Mom, why can’t I go to school yet? I want to see my friends and my teachers Rosalia and Gabriella because I miss them. ” And I thought, “What am I answering now”? Do you know those questions that children often ask and put in difficulty? Those you don’t know how to respond to not upset them? Because this is what we are talking about: we do not know what the consequences of the drama we are experiencing will be and, of course, it will mark our children as well as ourselves forever. I replied, trying to use the most appropriate words, saying that the coronavirus is an invisible little enemy who tries to hurt but she doesn’t have to worry because Dad and I are there to protect her. I also told her that she must not be afraid, she must wash her hands often and that, soon, she will return everything as before and will be able to see her friends again, go to her grandparents, go out to the park and go to the sea. In the meantime I have proposed to draw . And then she asked me to be able to make a drawing to be sent on whatsapp to her friends. It is no surprise, the children know very well that many other things can be done with a mobile phone besides making a phone call, and this is how this project was born. I thought why not let the children draw and all their drawings collect them here, on this site, on the facebook page and on that instagram? The first is obviously that of Beatrice Bianco and her friends Melissa and Lucrezia and I created the collage you see in the highlighted image. Her friends were excited to participate! Beatrice said that at least she is playing with her friends on the drawing, Lucrezia said: “Mom, staying at home is beautiful but I miss my friends” and Melissa, once the drawing is finished , said: “Mom, now I can see my friends again”? As if to say, now I want to go out and see them! It is from this idea that the Distanti ma Vicini con Cuore site was born http://www.distantimavicinicolcuore.wordpress.com which will collect the drawings of all children up to 14 years of age. Those who want to be part of it must send an e-mail to: distantmaviciniconilcuore@gmail.com indicating the name, who also wants the surname or initial, age and city of origin.

Facebook address: https://www.facebook.com/Distanti-ma-vicini-col-cuore-100160038303843/

Instagram address https://www.instagram.com/distantimavicinicolcuore/?hl=it

Dott.ssa Antonia Pesare